Il sogno della Nocilla | Agustín Fernández Mallo

Nocilla Dream: la poetica della Nocilla di Fernández Mallo, la recensione instantanea

Il sogno della Nocilla –Nocilla Dream– è un romanzo mutante, eterogeneo, un sogno che diventa letteratura per dipingere la rete che forma la realtà contemporanea.

Più di cento mini capitoli, storie giustapposte in un’addizione onirica, poetica, scientifica, topografica. Il romanzo connette le realtà rappresentate in una sorta di cosmo nomade e complesso che non cerca finali, ma continui inizi, collegamenti surreali, ma esteticamente pragmatici.

Fernández Mallo fonde insieme Land art, situazionismo, deriva, psicogeografia, poesia, teoria del caos.

E lo fa partendo dalla strada più solitaria d’America, da Carson City a Ely, Nevada –da un pioppo dal quale pendono centinaia di scarpe: sogni che il deserto proietta verso orizzonti vitali inaspettati, immaginati.

Il sogno della Nocilla si allarga fino a diventare mappa, “cartografia universo Nocilla”. Una mappa mentale, un romanzo che si propagherà come primo capitolo di una trilogia transmedia, il Proyecto Nocilla.

Curiosità:

Nocilla è il nome di una nota crema di cacao con nocciole.

P. S. | Post Scriptum istantaneo

Chi è Agustín Fernández Mallo?

Agustín Fernández Mallo (La Coruña, 1967). Fisico, poeta, romanziere e saggista spagnolo: uno dei più influenti nella rete di autori definiti “mutanti”, “afterpop” o “generazione Nocilla”. Oltre a Nocilla Dream, Nocilla Experience e Nocilla Lab ha scritto Limbo e Trilogía de la guerra. Postpoesía, Teoría general de la basura, La mirada imposible: il manifesto della sua estetica postpoetica.

–Oltre le 250 parole… la citazione istantanea:

Il sogno della Nocilla, Agustín Fernández Mallo, frasi:

«Tutti sanno che scrivere è come essere morti. Solo la morte è in grado di ripercorrere la vita a fondo e, da quella distanza, è in grado di riscriverla. Ecco perché solo lo scrittore è colui che racconta il mondo dei vivi dal mondo dei morti»(Traduzione nostra – Letteratura istantanea).